OMBRE DAL BOSCO SACRO. I miti di Nemi interpretati

Data di pubblicazione:
04 Giugno 2020
OMBRE DAL BOSCO SACRO. I miti di Nemi interpretati
Esposizione di dipinti ispirati alla natura ed al mito nemorensi. 
A cura di: 
Federica Dal Forno 
 
Con Sabina Bernard
 
Patrocinii
Comune di Nemi
Accademia di Belle Arti di Roma
 
Location:
Nemi, Sala delle Armi di Palazzo Ruspoli
 
Date e orari nuova apertura:
Dal 5 al 14 giugno 2020
venerdì, sabato e domenica  ore 13:00 –18:00 
Ingresso libero
 
 
Il Comune di Nemi è lieto di annunciare la riapertura della mostra “Ombre dal Bosco Sacro”, dopo la pausa forzata dettata dall’emergenza Covid. L’esposizione sarà visitabile dal 5 al 14 giugno con ingresso libero, si raccomanda tuttavia il rispetto delle regole di distanziamento sociale all’ingresso e durante la visita, nonché l’utilizzo obbligatorio della mascherina.
 
Gli artisti e le opere
Alcuni studenti ed uditori dell’Accademia di Belle Arti di Roma (sede di Velletri), interessati dai racconti, dalle tradizioni nonché conquistati dalla bellezza dei boschi che circondano Nemi, hanno scelto di ispirarsi a questi luoghi nel corso della loro ricerca artistica. I dipinti rendono così un tributo al territorio che li ha ospitati durante i loro studi, esprimendo il fascino che la natura di questi colli ancora emana. I giovani artisti traducono in immagini le proprie suggestioni, cercando fra gli intricati sentieri del bosco atmosfere al di là del reale, facendo riemergere antiche credenze perdute. 
 
Il Bosco Sacro di Nemi
Le rovine antiche, che ancora fanno capolino fra le verdi radure, raccontano di un tempo lontano, in cui le divinità abitavano il Bosco Sacro di Nemi, determinando la vita, e talvolta la morte crudele, dei suoi abitanti. Queste leggende, non meno della natura lussureggiante del luogo, hanno da sempre affascinato artisti e letterati, che nel tempo hanno lasciato traccia del loro passaggio in numerose opere, intrise di poesia. La mostra, con differenti declinazioni, ripercorre i miti legati a queste terre: i colori fissano sulla tela i fantasmi del passato, che, come ombre, traspaiono tra le fronde delle selve sacre a Diana, narrando la loro storia.
 
 

Ultimo aggiornamento

Giovedi 27 Maggio 2021